Comprati un Gira Tempo!


Come ogni anno, il problema degli esami in concomitanza con i WS si è ripresentato.
Giornate intere a sgobbare sugli elaborati per il corso estivo, e la sera, dopo una cena flash per non perdere neanche un istante di tempo utile, ecco che di nuovo siamo pronti a metterci in gioco per terminare la “studiata da chilo” per quell’esame infame che ci è avanzato (se durante il giorno siamo riusciti a finire il plastico, se la prova di stampa non ha rivelato errori assolutamente impossibili da sistemare o se, semplicemente, la revisione per la consegna del giorno successivo non ha prodotto un risultato tanto cattivo da convincerci a ricominciare da capo il lavoro!).
Siamo contenti di questa situazione solo per il fatto che la sessione di giugno è estremamente corta e inizia tardi, ma ci offre quella che, a volte, è l’unica possibilità di riuscire a passare alcuni esami cruciali per continuare il nostro percorso. Il problema è riuscire a studiare o progettare durante i WS, come se non bastasse quello che dobbiamo fare nei laboratori… Questo è possibile solo grazie alla clemenza di alcuni docenti che, nonostante la regola dell’appello unico, tenacemente si ostinano a venire incontro ai ragazzi e proporre date d’esame straordinarie, anche se non sarebbero tenuti a farlo.
Non tutti sono così disponibili, molti di noi si sono visti negare questa possibilità, ad alcuni addirittura è sfumata la laurea per questo motivo.
Il sentire comune, per lo più, è favorevole alla prosecuzione degli esami anche durante i WS, per non dover affrontare tutti gli esami residui a settembre. La soluzione più gettonata sarebbe anticipare e allungare la sessione di giugno, eliminare l’appello unico e permettere così ai ragazzi di distribuire il carico di lavoro per tutta la durata della sessione: sono moltissimi gli studenti che si devono sdoppiare tra un’aula e l’altra, se non addirittura tra una sede e l’altra.
Sarebbe bello poter fare come Hermione Granger, che col Gira Tempo poteva frequentare 3 lezioni in un’ora mandando indietro il tempo di sessanta minuti ogni volta che ruotava la piccola clessidra di 360°!

Valentina Volpato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...