IUAVoice_2

La seconda settimana di workshop è iniziata da soli due giorni, ma i mormorii degli studenti non hanno esitato a tornare esuberanti alla ribalta.
L’evento più atteso pare essere la festicciola che si terrà domani a mezzogiorno e mezzo in aula 2.4 durante…, la presentazione dei lavori del workshop di Kelly e Borghini.
Gli architetti sudamericani, che vogliono sperimentare un po’ di “vida loca” veneziana, hanno proposto ai propri studenti di portare cibo e bevande a sufficienza per rifocillare l’intera postazione dei magazzini.
L’aspettativa è alta anche perché il party era stato già preannunciato per la scorsa settimana, ma prontamente rimandato a questo mercoledì. Noi ovviamente ci saremo con occhi ben aperti.
Ben aperti sono stati anche i nostri padiglioni auricolari, che assieme ad incontri fortuiti nei momenti topici ci hanno permesso di redigere una lista dei più chiacchierati di questi giorni:

Rota: il suo look eccentrico sembra aver avuto risonanza anche oltreoceano. Un arrabbiato Ronald McDonald si è detto intenzionato a denunciarlo per plagio.
Patestos: adotta anche tu un Costantino Patestos! Lo zio ellenico che tutti vorrebbero avere. Che abbia conquistato i suoi studenti cucinando musakà e ballando sirtaki sulla cattedra?
Deganello: e il suo magico mondo. Nel suo workshop è permesso progettare soltanto case colorate e linee armoniose che si avvicinano alla natura. Bandite automobili o altri macchinari infernali, qui si prediligono le strade lente. Forse si vergogna a dirlo agli studenti, ma pare che il committente del suo lavoro sia Grande Puffo in persona, particolarmente esigente.
Kéré: durante il sopralluogo a Sacca Fisola, dove studenti mezzi sciolti si sono trascinati per ore sotto un cocente sole, Diébédo Francis Kéré, camicia e pantaloni lunghi, non ha mostrato alcun segno di affaticamento, fosse solo un minimo imperlamento della fronte. Gentilmente gli chiediamo se ci può svelare il suo segreto o, al limite, la marca del suo deodorante.
Spadoni: cittadino del mondo, è un mago nelle lingue. Non solo ha imparato l’italiano, un po’ maccheronico a dire il vero, in appena dieci giorni, ma afferma di conoscerne ben sette, fra cui l’aramaico, l’esperanto e l’ebraico biblico. Utili? Forse non ha ancora fatto revisione in islandese, ma di sicuro ne ha beneficiato il suo charme. E’ stato avvistato infatti con una donna brasiliana talmente affascinata da seguirlo fino a Venezia. Che Latin(i) Lover(o).
Ficarelli: mascotte ufficiale della squadra fantasmi Iuav, i suoi alunni si chiedono che viso abbia. Nella speranza di un aiuto hanno contattato “Chi l’ha visto?”, magari s’è persa nelle calli veneziane.
Elasticospa: in aula abbondano medicinali di ogni genere, acetone, colle viniliche. Abbandonato il mercato di giocattoli, poco redditizio, in questa settimana gli studenti si cimenteranno nella produzione di droghe sintetiche in larga scala.

Maria Aurora Bonomi e Caterina Epiboli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...