Marco Polo System: il sistema dei forti della laguna di Venezia


Andrea Bonifacio al ws Bertagnin
Venezia, 12 luglio 2012
di Giovanna Celeghin
foto di Graziana Saccente

Marco Polo System è una società che si occupa della valorizzazione e del recupero dei forti della laguna di Venezia. Nasce sulla falsariga delle rotte commerciali veneziane, attraversando cooperazioni interregionali e internazionali.
Durante i secoli ci sono state modificazioni morfologiche importanti della gronda lagunare e delle barene, ma sostanzialmente Venezia può essere davvero considerata una città murata d’acqua. Tuttavia dal Medioevo iniziarono ad essere costruiti torri, presidii delle bocche di porto e cortine di fortificazioni a difesa della città e della terraferma, che si evolsero parallelamente all’artiglieria. Con l’avvento dell’esercito austriaco si intensificò la militarizzazione del territorio. Man mano che si aggiunsero nuovi forti gli altri vennero rafforzati, integrati o riconvertiti; le torri furono abbattute in quanto punti di riferimento, e i forti divennero il più possibile invisibili. Con l’inserimento del Veneto nel Regno d’Italia nel 1866, il sistema difensivo terrestre si ampliò nella direzione di quello che divenne il “Campo trincerato di Mestre”, dodici forti connessi della terraferma. La costruzione dell’aeroporto e la capacità offensiva degli aerei rese poi tutto il sistema improvvisamente inutile ed obsoleto.
L’esempio più riuscito di riqualificazione e riattivazione di questo sistema importantissimo e pervasivo del territorio veneziano è sicuramente Forte Marghera.
Forte Marghera è nato dal radicale sventramento della gronda lagunare e dalla ricostruzione della sua morfologia: è costituito da edifici appartenenti a un sistema bastionato portato all’eccesso e da magazzini costruiti durante la prima guerra mondiale. Fu l’ultimo forte a capitolare nel 1849. Dagli anni Settanta i suoi edifici sono stati utilizzati come magazzini e immobili industriali, rappresentando un patrimonio storico ma fruibile anche dal punto di vista edilizio. I due secoli di rinaturalizzazione hanno inoltre permesso di raggiungere un livello naturalistico incredibile.
La Marco Polo System ha dedicato un attento studio al Campo Trincerato di Mestre, con la filosofia che guardare a un forte significa guardare anche al sistema a cui appartiene, cioè i sistemi difensivi del Veneto.
è stato presentato alla Comunità Europea uno studio internazionale sul partenariato pubblico-privato nel patrimonio culturale: attraverso una serie di scenari per Forte Marghera si è evidenziata la necessità dell’intervento pubblico a supporto della cultura, comprovandola scientificamente. La fitta programmazione di eventi culturali ha permesso un crescendo delle giornate di apertura e una sempre maggiore colonizzazione degli immobili ad uso pubblico. Sperimentando le linee guida teorizzate e praticate si è quindi trovato il punto di congiunzione tra aspetti economici e sociali.

Attualmente vi ha sede il MIT (Museo dell’Imbarcazione Tradizionale), un polo culturale dedicato alla barca, considerata sia bene culturale che veicolo sostenibile. Circa venti barche sono a disposizione dei visitatori per conoscerne la storia ed esplorare il territorio, ad integrazione delle remiere di San Giuliano, dei cantieri, di piccoli laboratori di costruzione e restauro. Oltre ad un centro di documentazione del patrimonio fortificato il forte ospita anche il Parco del Contemporaneo e attività dell’Accademia delle Belle Arti nonché alcune mostre organizzate dalla Biennale di Venezia.
Il ragionamento di base è sempre stato evolutivo, e non teso ad una facile privatizzazione mascherata: l’amministrazione pubblica continua a gestire le finalità e le assegnazioni di ogni immobile. L’atteggiamento è minimalistico, e punta a riattivare questo luogo enorme attraverso sistemi che toccano il territorio.
Per maggiori informazioni www.fortemarghera.org e www.campotrincerato.it.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...