Il fare dell’architettura 06

La produzione di rendering

La produzione dei rendering, ovvero immagini fotorealistiche, incrementano l’impatto visivo di un progetto. Esistono svariati software elaboratori di rendering che, a seconda della scelta del progettista, possono dare risultati più o meno realistici, consentendo di lasciare a chi osserva i progetti la possibilità di distinguere tra ciò che è realmente esistente in loco e le componenti ex novo, oppure di mimetizzare completamente il progetto nel contesto in cui si immagina di inserirlo.
Si comprende, dunque, come il rendering fornisca una visione del manufatto architettonico sia in costruzione che ad opera compiuta, ma il massimo dell’espressività di questa grafica computerizzata si ottiene nel fotomontaggio, inserendolo nel paesaggio di riferimento.
Il rendering non è di esclusivo uso in ambito architettonico, è intensivamente sfruttato anche nel disegno industriale e nell’allestimento di interni, infatti moltissime aziende produttrici di mobili usano le immagini fotorealistiche per meglio comunicare i progetti  alla clientela.
Si deve, però, fare attenzione all’uso potenzialmente manipolatorio dei rendering poiché sono spesso realizzati in modo da far colpo sulle commissioni dei concorsi d’architettura, nascondendo abilmente i difetti di progettazione a scapito di altri progetti che potrebbero essere i migliori, ma non sono adeguatamente rappresentati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...