ARCHITETTURA ROSSO SANGUE

Velluto, lame luccicanti, sigarette, interni lussuosi, telefoni a disco, guanti in pelle rigorosamente nera, sesso, sangue e ciglia chilometriche.
Un orgasmo visivo di moda, architettura e design. Idolatrato all’estero, in Italia è ancora troppo poco conosciuto, soprattutto dalle nuove generazioni. Si tratta dello Spaghetti Thriller, termine che identifica una serie di pellicole prodotte nel nostro paese tra gli anni Sessanta e i primi anni Ottanta; un genere tutto italiano, copiatissimo in seguito e tutt’oggi inesauribile fonte d’ispirazione per registi “cool” d’oltroceano (Tarantino su tutti). Continua a leggere