CONFERENZA ORGANIZZATA DAL SENATO DEGLI STUDENTI

10 luglio 2012
Terese, aula A ore 16.00

Relatori
Gerry Badger (fotografo, scrittore e curatore Inglese)
Guido Guidi (docente Iuav Design e arti – corso di fotografia)
Francesco Zanot (critico fotografico e curatore di Milano)
Silvia Paoli (docenteIuav Design e arti – corso di storia della fotografia) Continua a leggere

WS AMIRANTE. Eventi di martedì 3 luglio

SOTTOSOPRA Venezia, Area Marsilio

Domani mattina martedì 3 luglio, ore 9.30, sopralluogo congiunto con il gruppo Desideri che lavora sulla stessa area. A seguire il contributo di Paola Scala sulla relazione tra descrizione e progetto. Nel pomeriggio alle ore 15.00 l’intervento di Mauro Galantino che racconterà il suo progetto per la Marittima.

Video Conferenze in streaming. Sperimentazione

CONFERENZE BINATE/TWIN LECTURES
AUDITORIUM SANTA MARTA
3–12 luglio, ore 17:00


Live video from your iPhone using Ustream

HashTAG per i commenti allo stream in Twitter: #iuavws12

3 luglio Desideri/Wilmotte
4 luglio Amirante/Cao
5 luglio Taormina/Venezia
6 luglio BAK Arquitectos/Alvarez
9 luglio Braghieri/Magnani
10 luglio Corvalan/Nesbeitt
11 luglio Aymonino/Reicher
12 luglio Carnevale/Hoehmann–Verdugo
16 luglio, ore 10.00 Conferenza di Vittorio Gregotti, ospite del ws Merlini

Il servizio di videoconferenza in streaming è a cura dell’Università Iuav di Venezia

Conferenza PATESTOS/SPADONI


Incontro tra Europa e Sudamerica

Il titolo della conferenza è “Patestos e Spadoni a confronto”, ma potrebbe benissimo essere qualcosa come “Europa e Sudamerica a confronto”, quantomeno per quanto riguarda le pratiche urbanistiche e l’urban regeneration.
La differenza non è tanto nella concezione dell’architettura, vista da entrambi come occasione per creare nuovi spazi, nuove prospettive e nuovi frammenti di città. La diversità maggiore è nel contesto in cui i due protagonisti sono impegnati.
Patestos prende parola per primo e chiarisce di non essere (purtroppo) un libero professionista, ma di occuparsi di ricerca e didattica. Inizialmente fa una riflessione introduttiva sull’urbanistica dell’immediato secondo dopoguerra. In quel momento storico gli urbanisti al servizio delle amministrazioni si arrabattavano nel progettare città continue e megalopoli territoriali, proponendo interventi atti a creare qualcosa di nuovo, senza necessariamente connettersi all’antico.
Continua a leggere

Conferenza MARINI/MUTSCHLECHNER


Materiali nuovi per l’architettura

Due giovani esponenti di un modo di fare architettura basato sul “recupero” dei materiali, Sara Marini e Martin Mutschlechner, sono i protagonisti della conferenza di venerdì 1 luglio. Attraverso una serie di immagini Mutschlechner parla di rigenerazione e sostenibilità: RE:structuring in relazione alla fisicità, e alla meta-fisicità; RE:novation, ovvero come affrontare la ristrutturazione; RE:use, come utilizzare lo spazio esistente nel modo più adeguato; RE:cycle utilizzo di materiali riciclati, come la plastica per la realizzazioni di muri.
Continua a leggere

Conferenza Supersudaca/Elasticospa

Non bisogna lasciarsi ingannare dall’aspetto di Ana Rascovsky. Dietro il vestitino rosa floreale e i codini si nascondono una grandissima passione e altrettanta forza. Insieme a Stefano Pujatti è protagonista della conferenza binata di giovedì 30 giugno. Due personalità interessanti e, come non esita a sottolineare Giancarlo Carnevale sin dall’inizio, due progettisti giovani che hanno sempre anteposto la curiosità intellettuale e la volontà di crescita al successo personale.
La parola ad Ana Rascovsky. Parla in spagnolo, lasciando alla sua lingua d’origine tutta la forza comunicativa di cui è capace. Presenta una serie di lavori, suoi e con Supersudaca, uno degli studi di cui si compone il suo collettivo internazionale, con sedi in America latina ed Europa. Il loro lavoro è guidato da un’ideologia comune: l’architettura come ricerca destinata non solo ai “ricchi”. La maggior parte dell’architettura mondiale è costruita infatti senza architetto, e Ana Rascovsky ama lavorare non solo su incarico ma anche proponendo in prima persona temi d’intervento.
Continua a leggere