BRICOLO

FILIPPO BRICOLO
Vive e lavora in provincia di Verona, dove è nato nel 1970. Ha studiato presso l’Università Iuav di Venezia dove si è laureato e ha conseguito il dottorato di ricerca in Composizione architettonica con menzione di pubblicazione. Programmaticamente contrario all’odierno culto dell’idea-forma, si ritiene un compositivo che ama costruire. Nel 2003 fonda lo studio Bricolo-Falsarella Associati affrontando i temi più tipici del mercato edilizio veneto cercando, sempre senza clamori, di ragionare sul senso di ogni azione costruttiva. I lavori dello studio riguardano la riconversione di spazi urbani, i luoghi per la produzione, le abitazioni singole e collettive e hanno ricevuto premi e menzioni dedicati ai giovani architetti italiani tra i quali: “Biennale Rizoma Giovane architettura italiana” di Pontedera, “Premio giovani architetti 2006” dell’Accademia di San Luca di Roma, “Veneto 40. Giovani architetti italiani alla prova” della XII Bienal Internacional de Arquitectura di Buenos Aires. Le sue opere sono state pubblicate su riviste italiane ed estere. Dal 1997 lavora nel campo dell’allestimento e della museografia, prima come assistente del Prof. Arrigo Rudi presso l’Iuav, poi come progettista e ricercatore. Al Museo di Castelvecchio di Verona ha allestito la mostra “Pietro Consagra. Necessità del colore” (2008) ed esposizioni su Luigi Caccia Dominioni e Paolo Farinati. Nel 2010, con Alba di Lieto, ha pubblicato il volume Allestire nel museo. Trenta mostre a Castelvecchio. Intensa è la sua attività sui temi dell’architettura della memoria sia come progettista che come ricercatore. La sua tesi di dottorato sul Memoriale di Kampor di Edvard Ravnikar è stata pubblicata nel libro Memoria, Ascesi, Rivoluzione. Studi sulla rappresentazione simbolica in architettura a cura di Luciano Semerani. Nel 2008, in occasione del Festival dell’architettura di Parma, ha curato e allestito la mostra “Il paesaggio della memoria. Edvard Ravnikar, Bogdan Bogdanovic: Luoghi e architetture celebrative nel territorio della ex-Jugoslavia”. Dal 2007 al 2011 ha tenuto il laboratorio di Progettazione II presso l’Università di Parma sui temi della memoria e del sacro. Nel 2011, presso l’Iuav, ha tenuto il workshop estivo internazionale “L’ultima Cima”, che ha previsto la progettazione di un nuovo segno di memoria a Cima Grappa, ricevendo la menzione speciale della giuria.


Video di Giulia Scuccato e Viola Vedù

L’EMERGENZA DELL’ORDINARIO
Venezia, Lido (Malamocco)

FILIPPO BRICOLO
Tutor: Ugo Rossi
Collaboratori: Giancarlo Bonato, Francesca Falsarella, Simone Sala

Scarica pdf

Se siete convinti di aver risposte, se credete nel potere demiurgico dell’architettura contemporanea, se siete convinti assertori del valore risolutivo dell’idea-forma, se amate il grande gesto, se guardando le opere delle archistar siete mossi da un fremito emulativo, se siete adepti delle texture e delle trasparenze à la page, se seguite le tendenze ed ambite un giorno a crearle voi stessi, se avete tutto o molto di questo, beh allora vi consiglio di cambiare pagina.
A Malamocco tutto l’armamentario del provetto modaiolo è inutile come una tuta da sci al mare.
Qui si parlerà di sostanza. Dovrete ripartire dalle domande, vi interrogherete sui fondamenti delle fondamenta, considererete l’area in fondo a Piazza delle Erbe come un presidio del dubbio. Dovrete imparare dal luogo e dai bambini, tornerete al fatto fisico, alla materia, alla percezione, cercherete l’emozione della costruzione quando diventa poesia, imparerete a disegnare l’architettura attorno ai gesti, a proiettare le ombre degli alberi sui muri scabri, inseguirete la narrativa dell’architettura giocando con la sorpresa, le aspettative ed i significati dello spazio; vi eserciterete nell’affascinante arte della composizione e, se tutto va bene, giungerete infine a generare quella sottile vena di mistero che governa l’atmosfera di ogni vera architettura.
Avrete a disposizione 3500 m² (meno di un campo da calcio) ed un programma per la realizzazione di piccoli volumi (3000 m³ massimo) e di nuovi spazi pubblici da collegarsi con il centro abitato, innescando meccanismi di rivitalizzazione che coinvolgano anche i recenti interventi sulla darsena oggetto di forte dibattito all’interno della popolazione. Lavorerete ai margini di un centro storico sospeso tra la pacata bellezza di un passato da cartolina ed un futuro incerto tutto da definire, dimostrando la veridicità dell’affermazione di Mahler: “La tradizione è la salvaguardia del fuoco non l’adorazione della cenere”.
Sarà un ritorno alle piccole cose, sarà la rivincita di quelle esigenze ordinarie per così tanto tempo trascurate da essere diventate, ormai, la vera emergenza del Veneto di oggi.

Scarica i materiali:
01
02

Annunci

19 thoughts on “BRICOLO

  1. Avviso importante a tutti gli studenti:
    Vi preghiamo di non scrivere, come è già successo, e-mail con richieste varie utilizzando l’indirizzo dello studio.
    E’ meglio porre i vostri quesiti direttamente su questo blog dove troveranno risposta.
    L’obiettivo di questo strumento è di condivedere informazioni, dubbi, richieste e risposte. Ogni quesito può avere valenza generale è puo servire da riferimento ad altri studenti e può aiutarci tutti a chiarirci le idee.
    Meglio quindi non scavalcare il blog.
    Se avete domande ponetele pure qui.
    Invito chi avesse provato via traverse a riformulare le domande nel blog.
    A breve pubblicheremo lo scadenziario con le date dei sopralluoghi, le conferenze, i materiali etc..
    Un caro saluto
    Arch. Bricolo

  2. Come da lei richiesto via mail, rinnovo la mia richiesta di partecipazione al WS:

    Bertolin Matteo
    n°268988
    3° anno claSa

    • Gentile Matteo,
      venga Lunedì presto al mattino e si faccia fare il foglio di via dal docente che le è stato assegnato.
      Un caro saluto.
      Arch. Filippo Bricolo

  3. Salve prof., sono giampaolo costantini 3° anno clasa. Chiedo gentilmente se sia possibile iscriversi al suo corso in anticipo. Sarò lieto di seguire un altro workshop con lei.

    • Gentile Matteo,
      non si possono fare “altre” iscrizioni oltre quelle ufficiali. Venga Lunedì mattina da noi con il foglio di accetazione di trasferimento firmato dal docente che le è stato ufficialmente assegnato.
      Un caro saluto
      Arch. Filippo Bricolo

  4. Buongiorno, sono una studentessa che frequenterà il suo workshop.
    Il giorno martedì 3 luglio (secondo giorno di workshop) avrei l’esame orale di Meccanica, che si risolverà in massimo due ore perchè siamo solo 5 studenti; quindi volevo sapere se era un giorno fondamentale per il progetto (es. sopralluogo a Malamocco), perchè in tal caso provo a chiedere alla prof.ssa di rinviarlo al giorno seguente.
    Cordiali saluti

    • Gentile Claudia, come vedrà dal programma che pubblicheremo a breve, per Martedì non è previsto il sopralluogo. Le anticipo che il sopralluogo sarà Venerdì.
      Martedì si terranno invece delle presentazioni/lezioni. Non credo che sia necessario rinviare l’esame.
      Un caro saluto
      Arch. Filippo Bricolo

  5. Gentili studenti,
    pubblichiamo di seguito il programma generale del Workshop:
    Un caro saluto
    Arch. Filippo Bricolo

    OBIETTIVI 1° SETTIMANA: Orientamento, elaborazione della prima versione del progetto, sopralluogo a Malamocco.
    Lun 2 Luglio
    Introduzione al corso e approccio – Conf. Arch. Filippo Bricolo “Sei punti contro la procrastinazione” + “Malamocco Insider Trading”
    Arch. Giancarlo Bonato: consegna materiale di progetto.
    Mart 3 Luglio
    Formazione gruppi ed elaborazione prime idee
    Conf. Arch. Ugo Rossi “Voi siete qui. Malamocco for dummies – Stage di orientamento essenziale” Elaborazione prime idee.
    Merc 4 Luglio
    Verifica prime idee
    Conf. Arch. Ugo Rossi su Bernard Rudofsky “Non ci vuole un nuovo modo di costruire, ci vuole un nuovo modo di vivere”
    Giov 5 Luglio
    Workshop nel workshop: presentazione e discussione prima idea
    Tutti i gruppi devono presentare la prima idea.
    Ven 6 Luglio
    Sopralluogo presso Malamocco.
    Ritrovo 8:30 Piazza Roma – Ponte di Calatrava
    Verifica in loco del progetto elaborato

    OBIETTIVI 2° SETTIMANA: Elaborazione del progetto finale, conclusione del progetto.
    Lun 9 Luglio
    Sviluppo progetto alla luce del sopralluogo
    Mart 10 Luglio
    Sviluppo progetto alla luce del sopralluogo
    Merc 11 Luglio
    Sviluppo progetto alla luce del sopralluogo
    Giov 12 Luglio
    Sviluppo progetto alla luce del sopralluogo
    Ven 12+1 Luglio
    Workshop nel Workshop: Conclusione fase progettuale
    NB: Il programma degli interventi della seconda settimana sarà fornito entro la prima settimana

    OBIETTIVI 3° SETTIMANA: Allestimento mostra collettiva e rappresentazione progetto-laboratorio per ogni gruppo.
    Lun 16 Luglio
    Inizio allestimento
    Mart 17 Luglio
    Rappresentazione lavoro e allestimento
    Conf. Prof Emilio Faroldi – Maria Pilar Vettori
    Merc 18 Luglio
    Rappresentazione lavoro e allestimento
    Giov 19 Luglio
    Rappresentazione lavoro e allestimento
    Ven 20 Luglio
    Rappresentazione lavoro e allestimento
    NB: Il programma degli interventi della terza settimana sarà fornito entro la seconda settimana

  6. Buongiorno, sono Rossi Riccardo uno studente del terzo anno che vorrebbe frequentare il suo workshop.Come da lei richiesto provvederò a richiedere lunedì mattina il modulo di accetazione di trasferimento sperando di essere così accettato al suo corso.
    La ringrazio anticipatamente per l’attenzione.
    Distinti Saluti

    • Gentile Riccardo,
      ci vediamo domani e facciamop il possibile.
      Un caro saluto
      Arch. Filippo Bricolo

  7. Buonasera,
    le volevo chiedere l’orario della conferenza di domani intitolata “Sei punti contro la procrastinazione”. Si svolgerà assieme all’altra conferenza in programma e quindi a partire dalle ore 16.00 o in altri orari?
    La ringrazio per l’attenzione,
    Marco De Nobili

  8. Gentili studenti in allegato il programma della seconda settimana:
    Martedì 10 Luglio Avanzamento progetto
    Mercoledì 11 Luglio Seminario intermedio di verifica del WS con il seguente orario:
    9:00 – 10:00 preparazione tavolo da parte di ogni gruppo
    10:00 fotografie al tavolo da parte della docenza
    10:30 seminario collettivo
    Giovedì 12 Luglio Avanzamento progetto
    11:00 Conferenza congiunta di Filippo Bricolo e Luciano Kruk “Progettare nel paesaggio”
    Venerdì 12+1 Luglio Seminario finale del WS ed individuazione tecniche di
    presentazione per ogni gruppo

  9. SETTE DOMANDE PER SETTE CORNICI

    LA CORNICE DELLA VITA
    Qual’è il modello funzionale che con il tuo progetto vuoi riscrivere e migliorare?

    LA CORNICE DELLA NARRATIVA
    Quale sequenza spaziale vuoi fare? Quali spazi esterni ed interni metti in sequenza partendo dalla piazza?

    LA CORNICE DEL LUOGO
    Come ti leghi al luogo? Come ti relazioni alle pre-esistente? Come dialoghi con la piazza? Come dialoghi con il canale?

    LA CORNICE DELL’ATMOSFERA
    Quali atmosfere vuoi creare?

    LA CORNICE DELLO SPAZIO-STRUTTURA
    Come vuoi costruire i tuoi spazi?

    LA CORNICE DELLA COMPOSIZIONE
    Qual è il tuo schema compositivo?

    LA CORNICE DEL SIGNIFICATO
    Cosa vuoi comunicare con la tua architettura?

  10. L’emergenza dell’ordinario Libro realizzato in occasione dei workshop estivi della Facoltà di Architettura IUAV, W.A.VE 2012 Docente: Filippo Bricolo Tutor: Ugo Rossi Collaboratore: Carlo Bonato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...