LOVERO

PASQUALE LOVERO
(Molfetta, 1943) è professore ordinario di Composizione architettonica e urbana presso l’Università Iuav di Venezia.
Nell’ambito accademico svolge attività di insegnamento e di ricerca scientifica. Esplica l’attività didattica nel laboratorio di Progettazione architettonica e urbana 3C del Clasa, e nel Laboratorio di laurea 3L: nel primo tratta di temi effettuali, legati al territorio veneto; nel secondo propone un programma sia per la laurea in Architettura (Vecchio Ordinamento), sia per quella magistrale in Architettura per la città, trattando degli interventi nelle aree di bordo (dismesse) di Venezia e di Copenhagen.
Esplica l’attività di ricerca alternando ricerche di livello progettuale a ricerche di livello teorico storico-critico e partecipando a seminari e convegni.
Nell’attività professionale ha elaborato numerosi progetti di concorso.
Svolge inoltre un’articolata attività pubblicistica, estrinsecatasi in relazioni e saggi a riscontro di studi, seminari e interventi.
Ha partecipato ai Workshop estivi internazionali dell’Università Iuav nel 2007,nel 2010 e 2011.
Tra le ultime pubblicazioni ricordiamo: La progettazione critica. Un tipo di procedimento progettuale, Cafoscarina, Venezia 2008; Grandi stazioni e piccole stazioni. Una falsa alternativa?, Atti del seminario omonimo, (a cura di P. Lovero), Iuav/Dpa, Venezia 2008; “Inventariare per rilanciare (eventualmente)”, in AA. VV., L’architettura e le sua declinazioni, (a cura di F. Labelli, S. Marini), Ipertesto Edizioni, Verona 2008.


Video di Andrea Dal Martello, Gian Luca Fonderico, Sara Romic

MODULO INSEDIATIVO
Venezia, Forte di Sant’Andrea

PASQUALE LOVERO
Tutor: Marino Chiaramonte, Giulio Zannier

Il workshop propone di progettare un modulo insediativo di servizi – percorso ciclo-pedonale; snack-bar, gabinetti pubblici, belvedere; parcheggio-biciclette e verde – in un’area dell’Idroscalo S. Andrea, nell’isola delle Vignole, a Venezia.
Situata di fronte alla bocca di porto di Lido, tra le isole della Certosa e di Sant’Erasmo, essa è occupata da terreni agricoli, case e una ampia zona militare ospitante la caserma dei Lagunari e alcuni edifici fuori-uso – il Forte S. Andrea (M. Sanmicheli), all’estremità sud-orientale, è uno di questi.
La parte occidentale dell’isola è utilizzata anche per il tempo libero, in virtù delle caratteristiche fisico-ambientali particolarmente idonee all’agriturismo e alla nautica.
La prospettiva della dismissione delle aree e degli edifici che ricadono nella zona militare, sembra peraltro offrire la possibilità di interventi nei settori ricettivo, dei servizi e della nautica da diporto.
In tale prospettiva si ipotizza un intervento pubblico inteso a realizzare il modulo insediativo di servizi, di cui si è detto, quale atto limitato e determinato del processo di ri-uso dell’Idroscalo di S. Andrea.
Gli studenti potranno contare su due schemi-guida in alternativa per l’impostazione e lo sviluppo dei loro progetti.
I progetti dovranno essere sviluppati all’interno della “rete” dei rapporti mentale/corporale, immaginario/reale, globale/glocale, aperto/chiuso, rigido/flessibile, im-materiale/materiale, dis-continuo/continuo, non-trasparente/trasparente.
Indicazioni e prescrizioni didattiche verranno fornite in occasione delle lezioni e dei seminari. Non mancherà l’illustrazione di una serie selezionata di esempi (progetti; realizzazioni) omogenei.
Benché si tratti di un workshop intensivo di tre settimane, si ritiene utile definire gli elaborati di minima da preparare per l’esame. Essi sono:

-tre tavole di disegni
1. Schizzi e schemi eseguiti con tecniche varie;
2. Site plan (1:500), rendering e dettagli (a scale diverse);
3. Piante, sezioni, alzati e assonometria (1:200) degli artefatti del modulo insediativo.

– due modelli
1. Del modulo insediativo con un congruo intorno (1:500);
2. Del modulo insediativo (1:200).

– una relazione

(di tre cartelle – 4.800 caratteri – al massimo).

Organizzazione
Nonostante durata, precedenti omogenei e passa-parola, il workshop sarà dotato di “struttura” didattica. Esso contempla, infatti, i seguenti momenti:
a) lezioni ex-cathedra (n. 2);
b) seminari operativi di scansione (n. 2 – introduttivo, finale);
c) seminari applicativi (n. 2);
c) revisioni condotte dal docente e dai tutor.

Nel workshop si potrà lavorare da soli oppure in squadra (con non più di tre componenti).
L’impiego del disegno automatico (CAD) sarà consentito soltanto per la preparazione degli elaborati grafici finali.

Bibliografia di base:
– W. Wenders, L’atto di vedere, Milano, Ubulibri, 1992
– P. Lovero, La progettazione critica. Un tipo di procedimento progettuale, Venezia, Cafoscarina, 2008
– C. Semenzato (a cura di), La Laguna: Tomo II. Le isole e il Litorale dal Cavallino a Pellestrina, Venezia, Corbo e Fiore Edizioni, 1992
– Comune di Venezia, Variante al PRG per le isole di Sant’Erasmo e Vignole, 2000 – vedi il sito del Comune
– E. Neufert, Enciclopedia pratica per progettare e per costruire, Milano, Hoepli, 1973 (3°)

Settling module
The workshop propounds to design a settling module of facilities – bike-pedestrian way; snack-bar, public lavatories, belvedere; bike-parking, green – in an area of then St. Andrea’s Seaplane Basin, at the Vignole Island, Venice.
Located in front of the Lido’s inlet, between the Certosa and S. Erasmo Islands, it is occupied by agricultural lands, residential buildings and a large military zone, with the Lagunari’s barrack and some building out of use (the S. Andrea Fortress, at the South-east end, is one of those).
The Western part of the Island allows pleasant opportunities for leisure time (agricultural tourism, navigation), thanks to its physical-environmental features.
The perspective of re-using the areas as well as the buildings of the military zone, on the other hand, seems to offer the possibility of various interventions (hotel, equipments, facilities).
In this perspective the workshop supposes a public intervention aiming at the realization of the above mentioned settling module of facilities, as limited as well as determined act of the re-using process of the S. Andrea’s Seaplane Basin.
Students will follow the two guide-schemes in alternative proposed for the development of their projects.
The projects should be conceived an developed within the ‘network’ of the relationships mental/corporal, imagery/real, global/local, open/closed, flexible/rigid, im-material/material, dis-continuous/continuous, non-transparent/transparent.
Teaching instruction will be given at the occasion of lessons and seminars, besides in a specific form. A selected series of projects and realizations will be showed as regarded examples.
Although it is a three-weeks workshop, it is useful to outline the elaborations to prepare for examination. They are:

– three panels od drawings
1. Sketches and schemes carried out according to differenttechniques, intended to show the design process;
2. Site plan (1:500), rendering and details (at various
scales));
3. Plans, sections, elevations and axonometric projection
(1:200) of the artifacts of the settling module;

– two models
1. Settling module with an appropriate around area (1:500)
2. Settling module (1:200);

a report (of three sheets, at most).

Organization
In spite of its basic features, the workshop will have a real teaching ‘structure’.
In fact, it contemplates the following moments:
a) lessons (n. 2):
b) operating seminars (n. 2);
c) applying seminars (n. 2);
d) project reviews by the responsible and the tutors.

Students could work alone or in a team (with no more than three components).
The use of CAD will be allowed only for final drawings (panels).

Basic bibliography:
– W. Wenders, L’atto di vedere, Milano, Ubulibri, 1992
– P. Lovero, La progettazione critica. Un tipo di procedimento progettuale, Venezia, Cafoscarina, 2008
– C. Semenzato (a cura di), La Laguna: Tomo II. Le isole e il Litorale dal Cavallino a Pellestrina, Venezia, Corbo e Fiore Edizioni, 1992
– Comune di Venezia, Variante al PRG per le isole di Sant’Erasmo e Vignole, 2000 – vedi il sito del Comune
– E. Neufert, Enciclopedia pratica per progettare e per costruire, Milano, Hoepli, 1973 (3°)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...