NESBEITT

BENJAMIN KEITH NESBEITT

Ha studiato architettura presso la University of Illinois, dove ha in seguito tenuto dei corsi di progettazione, inoltre è stato esaminatore presso la Yale University e l’Università dell’Oregon.
Nel 1993 ha vinto lo University Thesis Award e lo AIA Central Illinois Award all’Università dell’Illinois di Urbana-Champaign. I suoi studi includono un anno a Parigi e alcuni grand tour attraverso l’Europa.
Il suo lungo impegno di progettista inizia con la realizzazione, in scala 1:1, della sua tesi “Liberative Movement”, sotto la guida di Henry Plummer e Thom Mayne. Ha svolto seminari sperimentali di progettazione confrontandosi con architetti come Herman Hertzberger.
È socio dello studio WORKSBUREAU. La sua attività professionale include progetti realizzati dallo studio o in collaborazione con altri atelier, e Masterplan elaborati da team di grandi dimensioni – negli USA e altrove – coordinati dalla sede centrale in Arizona.
Con lo studio ha vinto numerosi concorsi a invito. Attualmente cura alcuni progetti in Medio-oriente. Avendo fatto esperienza in diversi contesti culturali e avendo subito influenze progettuali differenti ritiene indispensabile, nell’affrontare un qualsiasi tema architettonico, entrare in stretta relazione con il panorama sociale e fisico in cui il progetto è calato, arricchendo il lavoro di ideazione progettuale con le suggestioni derivanti dalla partecipazione di chi, nei luoghi di intervento, vive. Con oltre venti anni di esperienza nella professione architettonica, nell’insegnamento e nella costruzione, Ben Nesbeitt ha curato tutte le fasi dei diversi progetti residenziali, per strutture civiche o universitarie negli Stati Uniti o all’estero in cui è stato impegnato.
La sua conoscenza dei sistemi costruttivi, del processo progettuale, la sua volontà di definizione del dettaglio, caratterizzano ogni fase del suo lavoro. I suoi progetti sono stati pubblicati su «Reflection 10» e presentati al Summer Institute for the Visual Arts, all’Università della British Columbia.
Ha ottenuto premi e pubblicazioni che testimoniano, attraverso il tempo, il suo grande coinvolgimento con il mondo della costruzione e del progetto.
(www.willbruder.com)


Video di Giulia Scuccato e Viola Vedù
Illustrazione di Marina Mangiat


CAMERE DI LUCE. LIGHT INTERVENTIONS IN URBAN ROOMS
Sub Lagunare terminal, Venezia, San Francesco della Vigna (ex gasometri)

BENJAMIN KEITH NESBEITT
Tutor: Alessio Bortot, Gabriella Liva

Nel corso del workshop creeremo delle Camere di luce. La luce è una forza urbana generatrice, capace di trasformare materia e luoghi. Venezia vive la sua
quotidianità in Stanze urbane, Campi e Campielli cresciuti nel tempo con occasionali addizioni. Queste hanno portato in dote ai luoghi fisici spazi per un caffè, per l’arte, per la musica, lo studio, il semplice stare.
Un intervento con la luce può essere un’altra occasionale addizione, un gesto minimo ma profondo che rende evidenti le qualità della luminosità veneziana. Sul confine nord del Sestiere di Castello gli ex gasometri fronteggiano la laguna; ciò che resta di loro deve rimanere, essere rimosso o re-interpretato?
E qui, qual è la Stanza?
Quali edifici costituiscono i suoi margini?
La Stanza, una volta individuata, diverrà il nucleo della nuova stazione della metropolitana sub-lagunare; nel sito si compirà così una progressione dalla città all’acqua, e (in questo caso) sotto l’acqua.
Utilizzeremo materiali minimi (la luce e la sua eterea sostanza), per animare uno spazio senza riempirlo, lasciandolo libero di respirare. Lavoreremo in gruppi
con modelli e fotografie, documentando la qualità della mutevole luce del giorno, medium che rifugge le previsioni, le simulazioni (digitali). Infine, la mostra dei lavori produrrà un analogo: il risultato del nostro esplorare – i disegni, i modelli, le foto – sarà esposto a comporre una Camera di luce.

Il workshop si terrà in inglese.

In Workshop 2012 we will create Camere di Luce, chambers of light.
Light is an urban regenerative force, capable of transforming substance and place.
The city of Venezia lives its life in urban rooms, the Campi and Campielli grown over centuries—with occasional interventions. These simple moves add vitality to personal being, offering gifts of spaces for cafés, art, music, play, study or rest. An intervention of light can be a minimal but profound gesture, manifesting the unique qualities of Venetian light.
On the northern edge of Sestiere Castello, the ex-gasworks borders the sea with residual land along the water and two large former tank structures. The site questions will begin with forming the chamber: is it possible to give form to the urban room through additional dwelling structures? Are the ruins of the gasometri to remain, or to be removed or reinterpreted? How is the room defined; what buildings are its edges?
The chamber then becomes the setting for the sub-lagunare terminal.
Ultimately the site must take a progression from the city to the water and (in this case) under the water. There is the necessity for an incision in the earth for a terminal. Carved by light descending to the sub-lagunare, the resulting piece will simultaneously become a luminaire to the new-formed Campo above.
We will aim to work with minimal material, with light as the ethereal substance…to animate the space but not ‘fill it up’, leave air to breathe.
We will work primarily in model and photography (in sunlight), documenting qualities and discoveries of light. Light is not a predictable medium; it cannot be understood or anticipated by simulations. We will have several lectures on art and architectural precedents, to catalog ideas and tools. Students will be joined in teams to achieve the goals of this intensive exploration.
Finally the exhibition of works will be an analog. To present our explorations in the studio, models drawings and photos may be shown on tall boards arranged to form a chamber—containing a full-scale light installation based upon the project.

This will complete the Camera di Luce: an immersive experience!

Workshop will be in English.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...