Diario di un workshop di recupero


Forse non in molti sanno che parallelamente a queste settimane d’esami si sta svolgendo anche il workshop di recupero, riservato a coloro che, per varie vicissitudini, non hanno potuto prendere parte a quelli estivi. Come giocolieri abbiamo tenuto contemporaneamente in equilibrio esami, seminari e infine il workshop, che resta sempre un’esperienza unica di Iuav.
Da un paio d’anni ormai, i workshop di progettazione offerti dall’ateneo veneziano sono strettamente legati al contesto veneto, proponendo come aree di progetto i siti dolenti di Venezia e dintorni.
Il tema che Massimiliano Ammatuna ha proposto è quello di ridare vita ai gasometri di San Francesco della Vigna, trasformando i due imponenti scheletri d’acciaio in residenze connesse ad attività complementari, ovvero macchine tecnologiche in corpi da abitare. La nostra sfida progettuale è stata quella di operare questa metamorfosi. I due gasometri appaiono improvvisamente all’avventore nella loro elegante imponenza e subito non sembra più folle immaginare che questo terreno vacuo, ai margini di Venezia, si ripopoli e si reinserisca nel contesto urbano.
D’altronde più architetti si sono trovati già in passato nella nostra stessa situazione: ogni volta che questi elementi venivano abbandonati ci si poneva la domanda su come reintegrare oggetti così eccezionali nel contesto urbano. Due risposte particolarmente celebri le troviamo nel progetto per i quattro gasometri viennesi e nel riutilizzo del gasometro di Montparnasse a Parigi.
Oltre alla sperimentazione di un tema progettuale eccezionale, ovvero l’inserimento nei gasometri non di spazi ad uso indistintamente collettivo, ma di residenze, ciò che rende speciale il workshop è senza dubbio la presenza di un docente che come noi si è formato all’università Iuav di Venezia. Allievo di Luciano Semerani, uno degli ultimi grandi maestri della Scuola di Venezia, è stato anche architetto progettista dello studio Kollhoff a Rotterdam. Grazie alla collaborazione con Hans Kollhoff ha potuto verificare l’architettura nella prassi ed apprendere tecniche e metodi di insegnamento applicati all’ETH di Zurigo.
In questo workshop di recupero ci stiamo confrontando, dunque, con i fondamenti degli studi sulla morfologia urbana della Scuola di Venezia e la ricerca sulla tettonica come principio di decoro urbano. Temi e concetti per molti di noi ancora inesplorati.

Caterina Epiboli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...